Main Offender

Dead men tell no tales

Anche stasera faccio tardissimo, porcaccia malora…Nicola è malato e a me tocca fare gli straordinari. Nella stanza ci siamo solo io e la salma di un individuo di sesso maschile di anni 24, deceduto a seguito di un incidente stradale. E’ finito fuori strada ad alta velocità, e si è fatto un bel salto di una trentina di metri, accartocciando la sua Porsche sulla roccia e riportando fratture multiple e traumi in tutto il corpo. Nessun segno di frenata, e in tasca gli hanno trovato della cocaina, quindi ora se ne sta bello disteso sul mio tavolo settorio. Sono abbastanza avanti con l’esame autoptico, mi sto apprestando ad estrarre il cervello. Procedo con il taglio bimastoideo, e poi allo scollamento del cuoio capelluto, che ripiego sopra il volto. Poi con la sega vibrante incido la scatola cranica. Spengo la sega…che silenzio c’è qui dentro…pensa un po’ se uno alle nove di sera se ne deve stare in compagnia di un morto. Prendo lo scalpello e comincio a staccare la calotta cranica…bene. Dopo aver prelevato il liquor dai ventricoli, inizio a rimuovere l’encefalo. All’improvviso una scossa si propaga nelle mie mani e nel mio corpo paralizzandomi, non riesco a staccare le dita dalla salma, cerco di urlare, urlare ma non esce suono, la vista si annebbia, la stanza scompare non sono più qui sono su una strada fuori città ed è buio pesto e sto guidando veloce e il rombo del motore mi inebria e questa macchina è una maledetta Porsche.

Una pista di coca e una corsa in macchina, così si comincia bene la serata! Spingo il motore al massimo mentre le luci della villa si allontanano nello specchietto retrovisore. Finalmente quel fottuto di mio padre si è convinto a sganciare la pila per questo gioiellino da 480 cavalli. Ora ci divertiamo sul tornante…scalo in seconda e il motore ruggisce. Imbocco la curva, le gomme stridono ma resto incollato all’asfalto. Hey, c’è qualcosa in mezzo alla strada, porc…! Inchiodo, la macchina sussulta appena e poi si ferma sicura, attorno è solo silenzio e buio di campagna. Che cazzo è? Un sasso? No, aspetta…ma vaffanculo, è un cane, un fottutissimo bastardino schifoso di forse cinque chili, con una zampa zoppa e che se ne sta lì a guardarmi come un cretino. Beh, sai cosa ti dico stronzo? Assaggia la mia ruota! Inserisco la prima e scatto in avanti, lui si muove ma è lento, troppo lento, sento le sue ossa frantumarsi mentre gli passo sopra. Mi fermo e guardo nello specchietto. Il pulcioso si trascina in una pozza di sangue, guaendo fastidiosamente. Metto la retro, accelero. Preso! Ora non guaisce più. Apro la portiera, c’è qualche schizzo di sangue sui cerchi…pazienza, domani porto il bolide a lustrare. Hasta la vista baby! Riparto a razzo verso la mia serata in discoteca. La strada corre via veloce, tocco i 200 all’ora sul rettilineo. In fondo, oltre la curva, si intravedono le luci della città. Sento un rumore…che cos’è? Sembra una specie…una specie di ringhio? Spengo lo stereo…sento ancora ringhiare ma come cazzo è possib…il bastardo sbuca dal nulla e mi salta alla gola, piccolo schifoso tu non puoi essere qui, sei morto e spiaccicato non puoi essere qui! Stacco le mani dal volante, annaspo cercando di togliermelo di dosso ma è inutile, maledetta minuscola belva levatiiii…!!!! D’improvviso uno schianto e il guard rail che cede, non ci credo, non ci credo, il pulcioso è svanito, svanito nel nulla come se non fosse mai esistito, davanti a me solo le luci della città.

Annunci

2 commenti »

  1. My relatives alwaays say that I am killing my time heee
    at web, except I know I am gettingg familiarity everyday by rewading such pleasant posts.

    Commento di website — 16 marzo 2016 @ 14:57 | Rispondi

  2. Hello friends, its wonderful paragraph concerning teachingand entirely defined,
    keep it up all the time.

    Commento di sai photo download — 19 dicembre 2017 @ 13:27 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: